Navigazione veloce

Selezione per autonomia scolastica

Procedura di selezione per compiti connessi all’autonomia scolastica.

DAL MIUR RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO:

 

IL DIRETTORE GENERALE

 

VISTA        la legge 23 dicembre 1998, n. 448, in particolare l’art. 26;

VISTA        la legge 24.12.2014, n.190, (legge di stabilità 2015) ed in particolare l’art. 1, comma 330, che ha ridotto a 150 le unità di personale scolastico da utilizzare in compiti connessi con l’autonomia scolastica;

VISTO       il Decreto Interministeriale 24.04.2014, n. 336, emanato in applicazione dell’art. 1 della predetta legge n. 190/2014

VISTA        la C.M. prot. n. 15352 del 17 giugno 2016, concernente l’assegnazione, per il triennio 2016/2018, di dirigenti scolastici e di docenti per lo svolgimento dei compiti connessi con l’attuazione dell’autonomia scolastica, ai sensi della legge 23 dicembre  1998, n. 448, art. 26, comma 8;

VISTO       il Decreto Dipartimentale n. 591 del 27/06/2016 con il quale è stato ripartito tra le Direzioni Generali interessate il contingente dei posti assegnati al Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e formazione

RILEVATO che alla Direzione generale per gli ordinamenti scolastici e la valutazione del sistema nazionale di istruzione, sono stati assegnati n. 19 posti;

ACCERTATA la perdurante necessità di avvalersi del contributo di risorse umane, provenienti dal mondo della scuola in grado di fornire un apporto tecnico-professionale specifico, in funzione dei processi di innovazione in atto e nel quadro degli interventi di potenziamento dell’autonomia scolastica;

;

 

RENDE NOTO

 

È indetta una procedura di selezione di n. 19 dirigenti scolastici e docenti,  da collocare fuori ruolo ai sensi della legge 23 dicembre 1998, n. 448, art. 26, comma 8, per l’assegnazione presso la Direzione generale per gli ordinamenti scolastici e per la valutazione del sistema nazionale di istruzione, per lo svolgimento di compiti connessi con l’autonomia scolastica.

Le aree di possibile utilizzazione presso la Direzione generale sono alcune di quelle indicate nella C.M. n. 15352/2016 e precisamente:

  • sostegno e supporto alla ricerca educativa e alla didattica, in relazione all’attuazione dell’autonomia; supporto alla pianificazione dell’offerta formativa, con particolare riferimento ai processi di innovazione in atto; iniziative di continuità tra i vari gradi di scuola; organizzazione flessibile del tempo scuola; formazione e aggiornamento del personale; innovazione didattica; progetti di valutazione e qualità della formazione; progetti di carattere internazionale; attività di orientamento; attuazione del diritto-dovere all’istruzione e all’istruzione e formazione professionale, ecc.;
  • sostegno e supporto per l’attuazione dell’autonomia nel territorio e ai processi organizzativi e valutativi dell’autonomia scolastica (documentazione, consulenza, iniziative di sportello, monitoraggio, valutazione ecc.);
  • gestione e organizzazione, ivi compresi i supporti informativi (organi collegiali, attivazione di reti di scuole, utilizzo delle nuove tecnologie, ecc.).

 

La durata dell’assegnazione mediante collocamento fuori ruolo è di un tre scolastici 2016/17, 2017/18 e 2018/19.

Rilevata l’urgenza e la ristrettezza dei tempi della procedura, anche in considerazione dell’imminente avvio del prossimo anno scolastico, le domande di partecipazione, da redigere secondo il modello allegato al presente Avviso, devono essere trasmesse, entro e non oltre l’   11/07/2016 al seguente indirizzo di posta elettronica certificata: dgosv@postacert.istruzione.it, anche per il tramite la scuola di appartenenza.

Nel messaggio di posta elettronica certificata deve essere visibile la dicitura “assegnazioni 2016.”

La domanda, secondo lo schema allegato, deve contenere le seguenti indicazioni (Allegato2):

  1. cognome, nome, luogo e data di nascita;
  2. qualifica (se dirigente o docente), materia di insegnamento;
  3. sede di titolarità e sede di servizio in caso siano diverse;
  4. data di immissione in ruolo;
  5. indirizzo di posta elettronica per eventuali comunicazioni.

In allegato alla domanda deve essere trasmesso il curriculum vitae datato e sottoscritto,nel quale devono essere specificati i titoli culturali, scientifici e professionali posseduti, la buona conoscenza di una lingua straniera, nonché un buon livello di utilizzo delle tecnologie informatiche.

Gli stessi interessati sono tenuti a rilasciare, sotto la propria responsabilità, in calce alla domanda, apposita dichiarazione di non aver presentato analoga richiesta presso altro Ufficio centrale o regionale, nonché di aver superato il periodo di prova.

Le domande prive di tali indicazioni, ovvero indirizzate genericamente al Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, non saranno prese in considerazione.

La tipologia dei titoli, secondo la previsione della normativa citata in premessa, va raggruppata in tre aree: titoli culturali, titoli scientifici e titoli professionali.

Tra i titoli che possono essere presi in considerazione si indicano i seguenti:

  1. titoli culturali – diplomi e lauree posseduti in aggiunta al titolo che dà accesso alla carriera di appartenenza, specializzazioni universitarie, dottorati di ricerca, contratti universitari, vincite di altri concorsi, borse di studio, abilitazioni, oltre quella richiesta per l’inserimento al ruolo di appartenenza;
  2. titoli scientifici – ricerche, pubblicazioni a stampa, articoli, prodotti multimediali, altri lavori originali;
  3. titoli professionali – incarichi svolti all’interno dell’Amministrazione dell’istruzione e delle istituzioni scolastiche, attività di progettazione, ricerca, sperimentazione, formazione anche nell’ambito di progetti che vedono coinvolti Università, INVALSI, INDIRE, Centri di ricerca e formazione, ecc.

L’esame dei candidati è effettuato da una Commissione appositamente costituita.

Sulla base dei titoli valutabili presentati e di un colloquio finalizzato all’accertamento delle capacità relazionali del candidato e delle competenze coerenti con le problematiche delle aree sopra richiamate, viene predisposta una graduatoria di merito con la quale sono individuati i candidati da assegnare, per l’a.s. 2016/2017, presso la Direzione generale per gli ordinamenti scolastici e la valutazione del sistema nazionale di istruzione.

I titoli sono valutati in base alla tabella (Allegato1) e il colloquio sulla base dei criteri stabiliti dalla Commissione.

I candidati ammessi a sostenere il colloquio sono convocati unicamente mediante comunicazione inviata all’indirizzo di posta elettronica indicato nella domanda.

La graduatoria di merito viene affissa all’albo dell’Ufficio, nonché pubblicata nella rete Intranet e nel sito Internet di questo Ministero.

Per quanto non previsto dal presente avviso, si applicano le disposizioni contenute nella circolare n. 15352/2016, nonché le disposizioni in essa richiamate.

Il presente avviso viene affisso all’albo ed inserito nei siti Intranet e Internet di questo Ministero.

 

 

IL DIRETTORE GENERALE

Carmela Palumbo

 

 

Non è possibile inserire commenti.